MENU

GIANFRANCO SASSO/Portiamo la Puglia nel mondo

Pubblicato da: Categoria: Copertina

26
LUG
2018

Un progetto ambizioso viaggia su "Sentieri DiVini": a crearlo, un giovane che dal sud di strada ne ha già fatta molta

Ambizioso, ottimista e perfezionista, questi sono gli aggettivi che definiscono la personalità di Gianfranco Sasso, giovane imprenditore, stilista e socio fondatore della Janoct, agenzia di Formazione e lancio Moda, Immagine e Cinema. E’ dotato di uno spiccato spirito artistico che lo induce a solleticare chi gli sta intorno e lo rende, al contempo, ricettivo a qualsivoglia stimolo. Questo carattere lo ha spinto a intraprendere sempre nuove strade imprenditoriali: l’ultima in ordine di tempo, l’organizzazione di “Sentieri DiVini”, che vede come protagoniste le eccellenze enogastronomiche pugliesi e che sarà impreziosito da ospiti e musicisti di rilievo e dall’assegnazione di un premio nazionale. Una vera forza della natura Gianfranco che, oltre a svolgere quotidianamente il proprio lavoro, praticamente nottetempo si occupa di organizzare quello che considera solo il primo passo verso un percorso che lo porterà a diffondere a livello nazionale e internazionale i nostri sapori caratteristici.

In passato abbiamo avuto il piacere di incontrare Gianfranco Sasso come persona, oggi desidereremmo conoscerti meglio dal punto di vista professionale.
“Il mio nome all’anagrafe è Francesco e ho 34 anni. Mi sono occupato per circa quindici anni del settore Moda e Spettacolo, nell’ambito della formazione e lancio. Questo lavoro, oltre a gratificarmi, mi ha dato molte soddisfazioni a livello professionale e internazionale. Tre anni fa circa, ho cambiato totalmente attività per diverse ragioni che mi indirizzavano verso un nuovo settore. Con la collaborazione di Mattia Locascio, che è il professionista della Nutrizione e del Fitness, abbiamo fondato un’azienda che opera nel settore della nutrizione fitness e della  Consulenza d’Immagine. Chiunque avesse voglia di modificare qualcosa del proprio corpo, cercando di migliorarlo, si affida a noi con la garanzia di  ottenere i risultati cercati e rinnovare il proprio look totalmente, seguendo un vero e proprio percorso. Tornando indietro nel passato, i miei anni di lavoro e di formazione nel campo della moda e dello spettacolo mi sono stati utili perché, come consulente d’immagine e stilista di moda, il mio compito principale era quello di modificare esteticamente e mentalmente i vari personaggi, giacché il cambiamento esteriore va di pari passo con la consapevolezza interiore. Questa azienda nata a Pulsano, in provincia di Taranto, come dicevo tre anni fa, trasferita successivamente a Milano e a Roma, oggi rappresenta la realtà numero uno nel settore. Ho sempre creduto che dal mio piccolo paese natale potesse nascere qualcosa di importante e diventare ciò che si desiderava diventasse. Molti giovani sono andati via e io sono tra questi, ma non ho abbandonato quella che considero la mia terra, infatti almeno una volta al mese ci ritorno. Il trasferimento a Milano è stato determinato dalla necessità di avere un’immagine più ampia e non dall’andamento degli affari, che viaggiavano a gonfie vele e con un numero elevato di clienti. L’attività, infatti, è rimasta con sede legale e commerciale a Taranto proprio a significare il grado di attaccamento alla mia terra”.

Come nasce il progetto “Sentieri DiVini”?
“Nasce, soprattutto, per valorizzare il territorio e le eccellenze dal punto di vista enogastronomico, patrocinato dal Comune, dalla Regione Puglia e dalla mia Associazione, la Janoct, sorta con lo scopo di promuovere iniziative di questo genere. Non si tratta di un semplice evento ma di un disegno vero e proprio che nasce in una Pulsano che, nei prossimi anni, sono sicuro affronterà un notevole cambiamento grazie alla nuova amministrazione, insediatasi da poco alla guida del Comune. I primi passi in tal senso sono già stati compiuti perché il Sindaco dimostra una gran volontà di operare e confrontarsi con gli abitanti di Pulsano, circa quelle che sono le necessità di ognuno, instaurando un rapporto amichevole. E’ un progetto molto importante che quest’anno vive la sua prima edizione e prevede da programma l’assegnazione del premio nazionale “Terra di Puglia”, destinato a coloro che avranno portato il nome della nostra Regione alla ribalta a livello nazionale e internazionale nel mondo sociale o imprenditoriale. Stiamo gettando le basi di un programma che nel tempo e negli anni porterà la nostra Terra ad un altro obiettivo. L’idea, infatti, non è quella di limitarci al nostro territorio ma di diffondere a livello internazionale tutte le realtà che portano la Puglia ai vertici nei vari settori. Nei miei innumerevoli viaggi ho avuto la fortuna di conoscere nuove culture e tradizioni enogastronomiche ma, in nessun luogo, ho ritrovato le eccellenze che caratterizzano la Puglia”.

Quando si svolgerà l’evento che sottende questo progetto?
“Si terrà nelle serate del 3 e 4 agosto e sarà presentato dal direttore di Extra Magazine, Rosa Colucci, con la quale collaboriamo da anni e c’è profonda intesa. I Media Partners sono Studio 100 TV, Extra Magazine e Radio LatteMiele. Si realizzerà all’interno e all’esterno del Convento di Santa Maria dei Martiri, dei Padri Riformati, risalente al 1700 e che costituirà una cornice davvero suggestiva. Per molti anni ho organizzato un evento che raccoglieva fondi per la lotta contro la violenza sulle donne. Ultimamente avevo smesso per via dei molteplici impegni professionali fino a quando un imprenditore brillante, Antonio, mi ha spronato a realizzare questo progetto che continuiamo a perfezionare e limare giorno dopo giorno. Tecnicamente abbiamo realizzato un’impresa nell’arco di un mese, anche per via del recente insediamento della nuova amministrazione, che ha comportato un rallentamento nell’ottenere i permessi. Antonio e io siamo gli artefici di tale disegno ma dietro c’è tutto una staff che sta operando: una ragazza si occupa del reparto comunicazioni, una del reparto commerciale, una dell’organizzazione generale ed esiste una direttrice musicale. Il sottoscritto svolge la mansione di direttore e produttore artistico e Antonio si occupa dell’aspetto economico dell’organizzazione. Con tutta la squadra stiamo lavorando quasi ventiquattro ore al giorno”.

Chi saranno i protagonisti di queste due serate?
“Il 3 agosto ci sarà l’esibizione musicale del “Carlo Atti Jazz Quartet” in Tour Internazionale, l’assegnazione del premio “Terre di Puglia” le cui recensioni sono state curate dalla scrittrice e poetessa pulsanese Rina Bello, e la degustazione dei vini provenienti da quindici delle cantine più prestigiose della Puglia, che ospiteremo all’interno del convento. All’esterno della struttura, invece, ospiteremo le eccellenze gastronomiche. Nell’edizione di quest’anno partiremo dalle basi: il panino gourmet col pesce, con la carne, i sapori tradizionali come le friselle, la frutta fresca, le polpette fritte e riso patate e cozze. In tal modo si spazierà dai gusti più attuali a quelli che hanno fatto la storia. Lo scopo è lanciare le eccellenze e le aziende del territorio. Il 4 agosto sarà all’insegna del popolare e ospiterà due grosse realtà che si contenderanno il palco. Ci sarà prima l’esibizione musicale con “Compagni di Meronda”, gruppo di musica popolare, e poi quella di “Janda Ensamble Popolare” con canti, ballate, pizziche e tarantate. All’interno vi sarà anche una mostra di pittura personale dedicata ad una artista che ha vinto il premio. Ma questa è una sorpresa”.

Che aspettative hai e quali obiettivi speri di raggiungere?
“E’ un evento molto importante e costoso in termini economici e di fatica. Il progetto prevede una tappa invernale che ospiterà sempre degli artisti e sarà, ovviamente, protagonista la cucina pugliese. Insomma si ripeterà la formula estiva in versione differente. In questo grande contenitore rientrano innumerevoli attività che porteremo alla ribalta, un esempio è la produzione del panino gourmet di pesce, iniziata da appena qualche mese, che si affida a noi per avere la giusta visibilità, che coadiuvi la crescita aziendale. Il progetto nasce ora ma, dopo questo singolo evento, verrà limato e raffinato giorno dopo giorno. Ci sono molte associazioni che si sono unite, tra le quali, ad esempio, l’ARCHEOCLUBITALIA di Pulsano che si occupa di visite guidate, la DUE MARI WINEFEST, il ROTARY CLUB INTERNATIONAL sezione di Manduria, e la SGA MUSIC”.

Partite da Pulsano con questo progetto ma ritenete di rimanere confinati in Puglia o intendete uscire al di fuori del territorio?
“Sentieri DiVini” è un marchio che stiamo registrando, pertanto l’idea è quella di presentarlo al di fuori della Puglia. Il mio obiettivo è quello di far conoscere a tutta l’Italia e, perché no, anche all’estero il vino, la gastronomia, le nostre eccellenze e tutto ciò che ruota attorno e rende preziosa la nostra terra”.

Dal punto di vista umano con tutto lo staff che tipo di rapporto si è instaurato e come vivete questi giorni immediatamente precedenti l’evento?
“Quando si lavora in gruppo nessuno si deve sentire escluso e, per questo, si creano rapporti intensi che vanno dalla fitta collaborazione alla dialettica vera e propria. Sembra quasi di vivere in una grande famiglia allargata. Ognuno di noi ha il proprio lavoro e, per questo, siamo sottoposti ad uno stress intenso in questi ultimi giorni che precedono l’evento. Oltretutto, come dicevo, questo è un progetto aperto, in cantiere, e tutti ci crediamo fermamente e stiamo investendo molto nella sua realizzazione”.

Gianfranco è un artista che mentalmente punta in alto e ha ben chiari quali obiettivi voglia perseguire. Il suo più stretto collaboratore, Antonio, è più razionale e rappresenta la parte complementare necessaria per trainare questo progetto.

Molto affiatato lo staff di “Sentieri DiVini”, si muove all’unisono verso la realizzazione e il completamento di questo evento.

Il motto di Gianfranco è “unire”. In una società così divisa da critiche, invidie e cattiverie questo giovane spera di accomunare i pugliesi e, successivamente, la Puglia all’Italia, mediante le eccellenze enogastronomiche, prodotti prelibati e tipici delle nostre terre.
 



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor