MENU

La relazione

Pubblicato da: Categoria: Flash news

4
GIU
2013

Scarica allegato

Correva l'anno domini 2013, il giorno 8 del mese di maggio e il dirigente della Ripartizione Tecnica dell'UTC di Martina Franca, emanava l'avviso avente per oggetto: Avviso pubblico per l'affidamento di incarico professionale per lo svolgimento delle attività connesse alla redazione del piano comunale dei tratturi (PCT) - piano urbanistico esecutivo (PUE) del tratturo Gorgo parco a Martina Franca. 

Correva l'anno domini 2013, il giorno 31 del mese di maggio e i vice coordinatori cittadini del Pdl, Pino Pulito e Mario Caroli,  in una nota diffusa alla stampa, avanzavano dei dubbi in relazione proprio a quell'avviso.

A loro giudizio, "va osservato che lo stesso presenta notevoli difficoltà interpretative. Non si evince, ad esempio, se sia stata avviata una procedura di affidamento, nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento, previa consultazione di almeno cinque operatori, da individuare mediante l’avviso di che trattasi, così come previsto dalla vigente normativa nazionale, nonché dallo stesso regolamento comunale delle forniture, dei servizi e degli incarichi esterni in economia, oppure se “è già stato individuato il professionista che ha già maturato esperienze di pianificazione ambientale e territoriale proprio nel territorio di Martina Franca. Se il professionista è stato già individuato è bene che l’Amministrazione Comunale assuma il coraggio e la responsabilità di affidare in forma diretta l’incarico di che trattasi, sulla scorta delle opportune motivazioni e valutazioni e nell’ambito della vigente normativa, esonerando l’ufficio tecnico da un inutile perdita di tempo ed assumendo un atteggiamento di rispetto nei confronti dei liberi professionisti, evitando agli stessi di produrre istanze a vuoto."

Dopo la serie di incarichi affidati "ad personam" in questo anno, era proprio il caso di sollevare polemiche una volta tanto che si era fatto ricorso a un avviso pubblico?

Certo è stata una bella novità, ma come giustamente hanno fatto rilevare gli "azzurri" locali, forse in quell'avviso manca solo una cosa: nome e cognome di chi riceverà l'incarico. Sì, perché se inizialmente si parte alla ricerca generica di chi è "in possesso del titolo di studio di architetto o ingegnere, con particolare formazione di studio (corso di Laurea) orientata prevalentemente alla pianificazione ambientale e territoriale", successivamente viene richiesto anche: "la conoscenza territoriale del sito" ma non per sommi capi, ma da dimostrare attraverso una relazione descrittiva e illustrativa in formato A4 di max 10 cartelle che illustri anche la particolare metodologia che si intende applicare nell'eventuale espletamento dell'incarico".

Non sembra una richiesta troppo specifica? Ci sarà da preoccuparsi? Siamo certi che si tratta di un falso allarme, perché come in ogni albergo inglese sul comodino c'è sempre una copia della Bibbia, in ogni studio di architetto o ingegnere c'è sempre una relazione illustrativa, in formato A4 di max 10 cartelle, riguardante il tratturo Gorgo Parco (Pianelle) in quel di Martina Franca.



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor