MENU

Martina Franca - Una sola parola: Rispetto

Pubblicato da: Categoria: Attualità

16
OTT
2015
A pochi giorni dall'inizio del servizio, si torna a parlare di mense scolastiche. Lo fa il Comitato spontaneo dei genitori, costituitosi lo scorso anno, che in un comunicato stampa esprime la propria amarezza per quanto accaduto dopo la messa in onda di un discusso servizio televisivo (che metteva in discussione la credibilità dei genitori impegnati nel chiede un servizio mensa migliore) e la preoccupazione per i primi casi di pasti serviti non proprio eccellenti (si parla, per esempio, di una pietra nel riso e di pollo crudo).

"Non è facile entrare in questo rumore di dichiarazioni, smentite, conferme e nuove smentite. Ma, altresì, sbagliato sarebbe il silenzio. Il Comitato Spontaneo dei Genitori o meglio "mamme che imperversano su Facebook" si sforzerà di parlare senza cadere nella tentazione della retorica e della demagogia, evitando di prestarsi al facile gioco di trovare l'arbitro di turno.

Più che la rabbia è l’impotenza, oggi, a muovere le parole.

Impotenza di fronte al precipizio in cui è caduta la credibilità dei genitori che, lottano per i propri figli. Impotenza di fronte alla presa d’atto dell’agonia di una mamma. Impotenza di fronte all’imposizione di un eterno presente che offende e mortifica il nome di una madre.

Ricostruire quanto accaduto negli ultimi due anni, in questo contesto, sarebbe praticamente impossibile, oltre che contrario alle più elementari regole della sintesi comunicativa (troverà modi e forme perché si imponga la storia su questo brutto periodo), al momento si abbia almeno la decenza del SILENZIO.

Nessuno è escluso dall'assunzione di responsabilità in questa vicenda che, si è verificata giorni fa, con l'arrivo di un emittente televisiva con l' unico scopo di ridicolazzare e mettere in cattiva luce le mamme che lottano per la salvaguardia della salute dei propri figli e per ammantarsi, altresì, di un successo effimero e mistificatorio. Tralaltro, vengono accusate di imperversare sui social e di essere strumentali a diverse volontà politche..... Vengono i brividi al solo ricordo del Consiglio Comunale in cui dinnanzi a dichiarazioni e testimonianze di genitori, le uniche parole del caro Sindaco furono: " avrei voluto più mamme e dirigenti scolastiche" e con la sua giunta si ostinava a difendere l’indifendibile, in nome della ditta in questione ma non dei bambini, il futuro della nostra città.

Rabbia, tanta rabbia al solo pensiero che, ancora ad inizio campionato non si possa estrarre il cartellino rosso!

Gli ultimi episodi, a pochi giorni dall'inizio della refezione scolastica in corso, possano trovare in voi la forza di chiudere questo capitolo.

L'articolo 7 comma 6 dello Statuto recita: Il Comune di Martina Franca e il Sindaco, quale "Difensore ideale dei bambini" riconoscono a tutti i bambini i diritti sanciti dalla Convenzione internazionale sul diritto dell'infanzia approvata dall'O.N.U. il 20/11/1989 e ratificata dal Parlamento Italiano e si impegnano a garantirne il rispetto.

Se una parola ancora ci resta, questa si chiama RISPETTO."



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor