MENU

22
MAR
2017

Editoriale/Obiettivo comune contro il bullismo

Pubblicato da: Francesco Tagliente Categoria: Editoriale
Editoriale/Obiettivo comune contro il bullismo Il bullismo, oggetto di recenti casi di cronaca, è un fenomeno antico che solo di recente ha trovato spazio nel dibattito comune.

15
MAR
2017

Stupido è chi lo stupido fa

Pubblicato da: Rosa Colucci Categoria: Editoriale
Editoriale/Obiettivo comune contro il bullismo La tesi finale, per chi non volesse arrivare fino alla fine, è che l´uomo è sovente stupido come solo un grosso fagiano può esserlo. Ora, cari lettori, vi si offrono due possibilità: una è che – visto che sapete dove si vuole andare a parare – avete tutta la libertà di chiudere il giornale e fare ciò che più vi aggrada;

8
MAR
2017

Sindaco comanda bellezza

Pubblicato da: Rosa Colucci Categoria: Editoriale
Editoriale/Obiettivo comune contro il bullismo Aspirare al potere è legittimo, ma un conto è comandare, un altro conto è amministrare: comandare è certamente più facile, non sono indispensabili grandi qualità e di solito manca la lungimiranza progettuale a vantaggio degli interessi di pochi; amministrare invece presuppone una dote di virtù che conta prima di tutto la preparazione, che si può millantare ma non improvvisare, e a seguire poi la volontà di lasciare le cose in uno stato migliore rispetto a come le si è trovate.

1
MAR
2017

La multa di Achille

Pubblicato da: Rosa Colucci Categoria: Editoriale
Editoriale/Obiettivo comune contro il bullismo Mi chiedo come avrebbe reagito il pelide Achille, che di ira funesta se ne intendeva, se gli avessero multato il carro sotto le mura di Troia. «Per tutti i talloni!» avrebbe esclamato l´eroe, acciuffando il malcauto vigile troiano, attaccandolo al carro come i barattoli just married e trascinandolo per nove giorni attorno alla circonvallazione della città.

22
FEB
2017

Il tragico e l'assurdo

Pubblicato da: Rosa Colucci Categoria: Editoriale
Editoriale/Obiettivo comune contro il bullismo Una giornata particolare quella in cui si concentrano tre sentenze che insieme descrivono perfettamente lo stato della giustizia in Italia. Tre casi diversi fra loro, accomunati dal senso del tragico con un retrogusto di assurdo.
Copertina 24 marzo 2017





Facebook - dì che ti piace

Sponsor