MENU

Martina Franca/Rendere trasparenti i fondi destinati ai servizi sociali

Pubblicato da: Categoria: Politica

20
SET
2014

 

Trascorsi sei mesi dalla richiesta fatta in consiglio comunale, non avendo avuto risposta, IdeaLista torna a chiedere chiarimenti sulla gestione dei fondi destinati ai servizi sociali.

“Sappiamo benissimo che il concetto di servizi sociali è molto vasto e difficile da gestire per le immense e le svariate situazioni che ci sono nel nostro tessuto sociale”.  È convinto il segretario di IdeaLista Giovanni Calianno, secondo cui “è proprio perché ci sono queste svariate difficoltà che bisogna attuare politiche adeguate a sostegno con uguaglianza, trasparenza e solidarietà allontanando tutti coloro che furbescamente approfittano dei diritti di coloro che necessitano veramente d'aiuto e sostegno incondizionato”.

Qualche tempo fa i Consiglieri del Gruppo IdeaLista avevano presentato un'interrogazione in materia di  fondi e risorse economiche di competenza del comparto servizi sociali, con la richiesta specifica del piano dettagliato (e non sommario) di come questi fondi vengono effettivamente spesi.

A questa interrogazione l'assessore competente disse che avrebbe rimandato il quesito all'ufficio di ragioneria. Sei mesi sono passati e da allora nessuna risposta si è avuta da parte dell’Amministrazione Comunale.

“Rendere pubblica la gestione delle risorse comunali – dice Calianno – oltre che essere un’atto di trasparenza (cosa a cui questa amministrazione sostiene di tenere), permette a tutti i cittadini in difficoltà di capire la disponibilità di  fondi che possano permettere un sostegno o un aiuto alle nostre famiglie. I servizi sociali devono essere più che mai vicini ai più deboli e per nessun motivo al mondo si può scherzare o favorire qualcuno a discapito di chi soffre. Le politiche sui servizi sociali non devono servire per fare demagogia politica, salvo poi aumentare i costi dei servizi offerti in maniera inefficiente, basti pensare al caso della mensa scolastica o al servizio di assistenza per bambini in difficoltà”.

Una chiamata alla gestione trasparente: “ rinnoviamo l'invito all'assessore competente – conclude Calianno – affinché renda trasparente la gestione economica delle risorse pubbliche, che fino ad oggi non c'è mai stata, così da fare in modo di favorire una discussione su una questione così importante”.



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor