MENU

Tradizioni/Presepi in mostra

Pubblicato da: Categoria: Cultura

22
DIC
2016
È tutto pronto per l'inaugurazione della XXIX edizione della Mostra d'arte “I presepi a Taranto 2016” organizzata dalla Sede di Taranto dell’Associazione Italiana Amici del Presepio, nell'elegante complesso scolastico dell’Istituto Maria Immacolata nel Borgo di Taranto, venerdì 23 dicembre alle ore 18,00.
 
La mostra ha attirato, anno dopo anno, un numero sempre crescente di affezionati visitatori, anche per la qualità delle opere, frutto delle abili mani di artigiani e valenti artisti della sede tarantina, che si dedicano con passione alla realizzazione di statue, fondali, ambientazione, curandone i più piccoli particolari. Ai tradizionali materiali come il sughero, il gesso, l’argilla, la carta pesta, sono stati utilizzati altri che conferiscono alle opere un aspetto originale pur conservandone integro l’alto significato della fede cristiana.
La magica atmosfera del Presepe affascina sempre grandi e piccoli, svelando i segreti nascosti dei suoi simboli.
Suoni, colori, immagini, sensazioni, trasporteranno i visitatori a ritroso nel tempo, tra le dune sabbiose dei presepi in stile palestinese, con palme, cammelli e piccole case di pietra. Per poi scoprire la suggestiva teatralità del presepe napoletano, ricco di storia e simbolismi, rallegrato dalla presenza di personaggi grotteschi palpitanti di vita. E ancora i paesaggi del Tavoliere della Puglia, le suggestive atmosfere dei trulli, la Taranto di un tempo con la natività posta tra vecchie rovine dove a rendere omaggio al Bambinello sono quei pastori con le loro greggi e i pescatori che animavano la vita cittadina. Antichi mestieri che sembrano scomparire tra i granelli del tempo.
In mostra, dunque, le tradizioni, le radici cristiane forti e uniche tanto da costituire un patrimonio che deve essere evangelizzato.
Ed è proprio su questa strada che già da diversi anni la Sede AIAP di Taranto ha intrapreso un percorso che ha come obiettivo quello di far rivivere ed aiutare a recuperare attraverso l’arte il senso pedagogico e profondo del presepe, soprattutto nei giovani. Il presepio, infatti, costituisce non solo l’espressione più intensa di quel Dio che si fa bambino per insegnare agli uomini l'umiltà e la fratellanza, ma è anche immagine del dolore umano e della durezza del vivere. Una scuola insomma di vera umanità che coinvolge interiormente l’essere mettendolo di fronte alle proprie responsabilità.
Il 6 gennaio 2017 alle ore 18,00, si concluderà la manifestazione con il Concerto di Natale ed avrà come ospite il soprano Miriam Serio. 
Nell’ambito della stessa serata sarà assegnato il prestigioso “Premio Mons. Michele Grottoli”, giunto alla XIV edizione. Inoltre, sarà consegnato al piccolo Saverio Angiulli il “Premio Miglior Presepistra 2016”, giunto alla sua VII edizione.
 


Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor