MENU

Apulia Film Festival/Cosa intendo per amore

Pubblicato da: Categoria: Eventi

26
LUG
2014

 

"Un cortometraggio che dimostra passato, vecchiaia, morte: cinematograficamente compiuto, che inquadra argomenti e sentimenti dolorosi in modo empatico e diretto".

Con questa motivazione la Giuria della I edizione di Apulia Film Festival, il Festival Internazionale di Cortometraggi – organizzato dall'Associazione Punto G Arte e promosso dal Comune di Crispiano, Assessorato alla Cultura, patrocinato dalla Regione Puglia, assessorato alle politiche agroalimentari e Apulia Film Commission - ha assegnato ieri all'unanimità, nella serata conclusiva a Borgo San Simone a Crispiano, il premio più ambito, quello al miglior corto, che è stato assegnato a "O que eu entendo por amor" del portoghese Ricardo Martins.

Diversa invece la decisione del pubblico che, con passione, ha visionato dal 22 luglio i film in gara. Infatti il premio come miglior corto, è andato a "Mathieu" del francese Massimiliano Camaiti.

La giuria composta Anna Ferruzzo, Massimo Wertmuller, Paola Freddi, Claudio Bartolini e Vito Palmieri e presieduta dal giornalista e critico Maurizio Di Rienzo, ha assegnato anche due menzioni speciali. Miglior attore a protagonista a Taha Mohammidi del corto "More than two Hours" di Ali Asgari (Iran) e migliore attrice a Isabele Simoes del film "What love means to me".

Si conclude così,  con un grande successo di pubblico e critica, la fortunatissima prima edizione di Apulia Film Festival.

Per Marco Giuseppe Albano, direttore artistico del festival, "il bilancio di questa edizione è sicuramente positivo. Siamo molto soddisfatti della selezione dei film in concorso e della grande partecipazione del pubblico. In questi giorni si sono create sinergie e sono nate nuove amicizie. Bisogna mantenere lo stesso entusiasmo, presupposto indispensabile per organizzare una seconda edizione di Apulia film Festival. Quindi devo ringraziare chi ci ha creduto fin dal principio e chi continua a crederci ancora.”

Il Sindaco di Crispiano, Egidio Ippolito, entusiasta per il grande risultato raggiunto ha ringraziando tutta la maggioranza e in particolar modo l'assessore alla Cultura per il grande impegno profuso e per aver portato sul territorio la grande iniziativa culturale. "L'Apulia Film Festival – ha dichiarato il Sindaco - diventerà il festival cinematografico più impostante del centro sud e porterà Crispiano molto in alto".

Per Giuseppe Delfino, assessore alla cultura e grande promotore dell’iniziativa, "la sfida culturale è stata lanciata con successo e Crispiano, adesso, deve solo continuare a costruire il rilancio del territorio grazie agli eventi organizzati nella comunità. Cultura, turismo, territorio e gastronomia possono risollevare le sorti di Crispiano".

Durante la tre giorni si sono susseguite attività cinematografiche, culturali ed enogastronomiche. Tanti i nomi importanti che hanno colorato la prima edizione dell’Apulia Film Festival: Bianca Guaccero (madrina d'eccezione) Alessandro Haber, Carlo Delle Piane, Marco D'Amore, Paolo Sassanelli, Giorgia Wurth, Le ragazze del Porno, Antonio Gerardi ed il produttore Alessandro Cannavale.



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor