MENU

News


31
AGO
2021

Diana, principessa inquieta che il mondo non vuole dimenticare

Pubblicato da: Redazione Categoria: CULTURA
Diana, principessa inquieta che il mondo non vuole dimenticare Morì l'ultimo giorno di agosto del 1997, inseguita dai fotografi, al culmine della sua bellezza, eternandosi nel mito e liberando dalla sua inquietudine la regina, che pure fu costretta a chinare il capo al passaggio del feretro, e Carlo, che rimane ora accanto a Camilla ad aspettare il giorno (ancora sicuramente lontanissimo) in cui diventerà re.

30
AGO
2021

Musica e stellette | Pietro Carlo Aghemo, storia di un grande Maestro Direttore

Pubblicato da: Michele Fiorentino Categoria: CULTURA
Diana, principessa inquieta che il mondo non vuole dimenticare Alla sua guida la Regia Banda della Marina si esibì anche sul panfilo della famiglia reale ma la guerra non risparmiò nè musicisti, nè gli strumenti, nè il repertorio

20
AGO
2021

Storie di famiglia | Il mare e la guerra nel nuovo libro si Michele Tursi, "Fringuella"

Pubblicato da: Redazione Categoria: CULTURA
Diana, principessa inquieta che il mondo non vuole dimenticare Le picconate di Mussolini, la Notte di Taranto, l´arrivo degli Alleati. Sfondo storico per il nuovo romanzo del giornalista Michele Tursi

20
AGO
2021

Formidabile Martina: dai podcast al cioccolato, tracciando strade per la Generazione Zeta

Pubblicato da: Redazione Categoria: ATTUALITA'
Diana, principessa inquieta che il mondo non vuole dimenticare La creatività è donna e ha il sapore del cioccolato

14
LUG
2021

Emergenza incendi, Colucci (ODAV): "Subito un Testo unico e l'inasprimento del sistema sanzionatorio"

Pubblicato da: Redazione Categoria: ATTUALITA'
Il nostro paesaggio sta subendo un drammatico cambiamento a causa degli incendi estivi: ogni anno si rinnova lo strazio di vedere andare in fumo ettari di superficie verde, necessaria non solo per custodire preziosi ecosistemi naturali ma anche e soprattutto per la collettività, a cui viene fatto un gravissimo danno togliendo la bellezza al proprio paesaggio e danneggiando in maniera irreversibile il suolo. Le proposte dell'Osservatorio del Diritto agroalimentare e vitivinicolo

Sponsor