MENU

Piccoli estortori crescono

Pubblicato da: Categoria: Cronaca

26
MAR
2014

 

Una volta a sedici anni si giocava a "pallone" in qualche campetto di periferia, magari "sbucciandosi" le ginocchia sulla ghiaia dell'improvvisato campo da gioco. Oggi a sedici anni ci si dedica alle estorsioni ai danni dei coetanei. 
E' successo infatti che a Bari Palese, davanti a una scuola, un sedicenne già noto alle forze dell'ordine, dopo aver rubato l'iPhone a un suo coetaneo ha chiesto 200 euro per la sua restituzione.
Il derubato, un ragazzo di 17anni che ha visto in un attimo volatilizzarsi il suo apparecchio telefonico, ha fatto finta di accettare concordando luogo e modo per lo scambio telefono vs. denaro. 
La vittima però ha allertato i Carabinieri che hanno bloccato, nei pressi dell'abitazione della vittima, il giovane estortore che già stava pregustando la buona riuscita del colpo.
Il 16enne è stato arrestato con l'accusa di tentata estorsione e, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso l'Istituto Formelli di Bari. 


Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor