MENU

Giornate Fai di Primavera/ Fiorisce il Gruppo di Martina Franca

Pubblicato da: Categoria: Cultura

29
MAR
2017

Una festa dedicata all'arte e alla bellezza con l'apertura di tre siti unici, ricchi di storia, di tradizioni religiose, di fascino, d’arte - seppure “minore” -, sempre più apprezzati dai turisti e dagli stessi martinesi

Come ogni anno il 25 e 26 marzo si sono svolte le Giornate FAI di Primavera, a Martina Franca, nel cuore della Valle d’Itria. La Primavera FAI 2017 si è annunciata con l’apertura al pubblico di due chiesette extra moenia, Cristo alla Grotta e Spirito Santo,  e di un’antica chiesa sita nel centro storico, S.S. Trinità, con gli annessi Oratorio della Confraternita della “Natività e dei Dolori di Maria Santissima” e l’antico Ospedale, questi ultimi appena ristrutturati e portati al loro antico splendore. Tre siti unici, ricchi di storia, di tradizioni religiose, di fascino, d’arte, seppure “minore”, ma sempre più apprezzati dai turisti e dagli stessi martinesi che, in parte, li ha scoperti per la prima volta, poiché le prime due chiese sono in genere chiuse al culto e quindi al pubblico. Queste giornate proposte dal FAI Nazionale e organizzate dal Gruppo FAI di Martina Franca, patrocinate dal Comune locale, con la collaborazione fattiva dell’”IISS Leonardo da Vinci” di Martina Franca, bene realizzano uno degli obiettivi FAI che è quello di promuovere la riscoperta di siti dimenticati e, a volte, abbandonati, per sensibilizzare il loro restauro, far emergere il loro valore artistico, ma soprattutto la conoscenza delle nostre radici ed antiche tradizioni. Il segreto della riuscita delle giornate FAI di Primavera 2017, per una buona parte, è stata la combinazione di ingredienti quali l’entusiasmo e la curiosità, uniti ad intraprendenza e determinazione degli alunni dell’Istituto “L. Da Vinci”, trasformatisi nell’occasione in vere e proprie guide d’eccezione.
In particolare la mattinata di sabato 25 marzo 2017, è stata dedicata agli alunni delle scuole medie inferiori e superiori, coinvolgendo centinaia di ragazzi, affascinati dalla bellezza dei luoghi e dalle spiegazioni ricche di notizie storiche, artistiche, di culto religioso e aneddoti della vita popolare passata. Nell’intero weekend i circa 2000 visitatori sono stati accolti, accompagnati ed edotti sui siti da parte degli Apprendisti Ciceroni, alunni dell’”IISS Leonardo da Vinci” propostisi quali “guide esperienziali”. Tale esperienza riesce ogni anno a coniugare le esigenze didattiche dei docenti e le aspettative dei ragazzi che con passione, volontà e dedizione si fanno testimoni della cultura passata, investendo il loro tempo e le loro energie, donando ai visitatori “le storie”, approfondite con i loro insegnanti, su questi piccoli gioielli nascosti che meritano di essere scoperti ed apprezzati, perché possano essere a loro volta raccontate e tramandate.



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor