MENU

PAOLO FIUSCO/LUCI E OMBRE SUI MIEI MODELLI

Pubblicato da: Categoria: Copertina

9
MAG
2014
Il direttore fotografico ci racconta del suo sodalizio artistico con l’agenzia di moda di Gianfranco Sasso e ci svela qualcosa in più su Mattia Lo Cascio, il nuovo testimonial della Janoct
 
Paolo, com’è iniziata la tua carriera nel settore fotografico?
«Inizialmente ero solo un fotoamatore, che in più coltivava l’interesse per la musica e la pittura. Ho frequentato la scuola artistica, facevo grafica ma lo vivevo quasi come un lavoro, non ci provavo alcun gusto. Poi al mio diciottesimo compleanno ho avuto in regalo una macchina fotografica e ho iniziato a fare qualche scatto: era orrendo, davvero. Allora ho cominciato a studiare, a leggere e a provare sempre di più, dapprima fotografando paesaggi, come fanno tutti. Anche in quel caso, tuttavia, mi accorgevo che i miei scatti non avevano alcun sapore e da lì ho scelto di dedicarmi alle foto di moda. Fotografare persone mi riusciva bene, ho iniziato a ottenere i primi riscontri e dunque ad approfondire i miei studi per migliorare la tecnica. Ho comprato tutta l’attrezzatura ed eccomi qui».
 
Come ci hai già accennato nella scorsa intervista, sei alla Janoct da circa tre anni. 
«Esatto. Ho conosciuto Gianfranco Sasso all’evento natalizio “La moda incontra il sociale”. In quel periodo l’agenzia era alla ricerca un nuovo direttore fotografico e io rispecchiavo tutte le caratteristiche che cercavano. Sono entrato a far parte di questo progetto e dopo un anno ne sono diventato il direttore fotografico». 
 
Tra tanti fotografi, la Janoct ha scelto te. Quali sono i tuoi punti di forza?
«Beh, probabilmente il fatto che riesca, attraverso le mie foto, a mettere in luce la parte migliore dei miei soggetti e, di contro, a mettere in ombra i punti deboli, tirando fuori, in tal modo, lati e aspetti che neanche i modelli stessi credevano di avere».
 
Nel caso di Mattia Lo Cascio, il nuovo testimonial, cosa vi ha colpito?
«Mattia è fedele ai nostri canoni e possiede le caratteristiche che cerchiamo nei ragazzi che vogliono affacciarsi al settore della moda. Parlo sia di qualità fisiche, come la sua bellezza forte, i suoi tratti marcati e sporchi, sia di quelle caratteriali. Alla sua completezza estetica e fisica, infatti, si affianca anche quella mentale e intellettuale. È un ragazzo con forti valori ed è dotato di grande intelligenza. È solare e determinato, è sicuro di sé ma senza eccedere in inutili vanità». 
 
Abbiamo elencato i suoi pregi, ma noi vogliamo sapere di più. Qualche difetto?
«È testardo e non ammette subito i suoi torti. Quando capisce di non aver ragione, non lo dice subito, ma lascia passare un po’ di tempo (sorride, ndr). Ha un ego piuttosto forte e ama i complimenti. Ma del resto, sono anche queste caratteristiche che gli serviranno ad andare avanti nel migliore dei modi».
 
I prossimi obiettivi della Janoct?
«Stiamo continuando a lavorare con impegno per allargare le nostre vedute a livello internazionale, per la formazione e per il lancio di giovani volti, senza trascurare la cura dell’immagine dell’agenzia. Dopo quattordici anni di attività, infatti, possiamo vantare di essere tra le agenzie di moda più importanti di Italia, dimostrando serietà e competenza nel seguire il percorso dei nostri modelli, dalla nascita al successo».
 


Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor