MENU

IL BIANCO E IL NERO/ IL VIAGGIO DEI NOSTRI "PICCOLI GULLIVER" SULLA "SCACCHIERA DI BROBDINGNAG"

Pubblicato da: Categoria: scacchi

3
AGO
2017

 Le favole sono da sempre il metodo utilizzato per far comprendere in modo semplice e indelebile dalla memoria una verità morale.
Un gruppo di insegnanti di Educazione Motoria ed Istruttori FSI hanno pensato di impiegare una scacchiera gigante, come teatro della rappresentazione di storie fantastiche, ovvero di fiabe, per insegnare ai piccoli il rispetto delle regole e la consapevolezza di sé.
Questo processo di apprendimento è degnamente coadiuvato dal Nobil Gioco.



(Continua dal numero 30 del 28 Luglio di ExtraMagazine)
Riteniamo che la “Giocomotricità su scacchiera gigante” sia un progetto molto importante e utile. Il manuale, però, è rivolto esclusivamente ai bambini dai quattro ai sette anni, mentre i piccoli che afferiscono al nostro circolo sono già edotti sui rudimenti del Nobil Gioco.
L’AD Itria Scacchi, la scorsa primavera, ha acquistato una scacchiera gigante con il preciso intento di adottare questa tecnica di apprendimento con i bambini ancora digiuni di Scacchi. Abbiamo pensato, tuttavia, che se ne poteva fare un altro utilizzo, al contempo molto importante, rivolto a chi le regole già le conosce.
Durante l’inverno trascorriamo intere giornate a casa o a scuola o nei posti di lavoro, anche al circolo ovviamente siamo in un ambiente chiuso, inevitabilmente. L’idea, sorta dal desiderio di evasione e aria pura, è stata di mescolare il modello americano con uno spunto innovativo: “Giocomotricità su scacchiera gigante al parco”!
Dal mese di Luglio, appena terminato il Torneo Sociale Open A, d’accordo con i Soci Seniores ed i genitori dei bambini, muniti del materiale occorrente, ogni settimana in una delle due giornate dedicate agli Scacchi, ci siamo recati in uno dei parchi presenti nella nostra bella cittadina e abbiamo diversificato l’attività.
Gli adulti, dopo aver analizzato qualche partita assieme al nostro Direttore Tecnico Maurizio Carrieri, hanno organizzato un mini-torneo tra di loro. I bambini, sotto la direzione della nostra validissima Segretaria, nonché Istruttrice Federale Deborah Colucci, hanno svolto degli esercizi trasformandosi in Lillipuziani sull’enorme scacchiera.
Sicuramente il sole, il verde e le belle giornate hanno rappresentato uno stimolo importante per i nostri ragazzi, anche se abbiamo notato una certa reticenza. A volte le novità fanno paura e necessitano di essere metabolizzate. Certamente coloro i quali hanno aderito si sono divertiti tantissimo.
Non è stato facile trovare un’alternativa per bambini che già conoscono le regole del gioco, però un’idea fantastica ci è balenata nella mente. Perché non trasformare i nostri “Lillipuziani” in tanti Re e Regine, Torri e Alfieri, Cavalli e Pedoni? I piccoli hanno accolto di buon grado la proposta e si sono cimentati in tanti esercizi, ad esempio nei “matti coi pezzi pesanti”, impersonando Re e Torre o Re e Regina. Sicuramente, il sentirsi protagonisti, li ha aiutati ad immedesimarsi nei personaggi e ad interiorizzare meglio regole e tattiche di gioco, che altrimenti sarebbero rimaste alquanto impersonali. Al termine della lezione, infatti, commettevano molti meno errori rispetto all’inizio.    
Si sono divertiti tantissimo, e hanno certamente compreso bene lo spirito col quale Claudia Pulzoni, Irene Pulzoni, Paola Russo e Alessandro Dominici hanno presentato il Nobil Gioco nel loro libro, “Giocomotricità su scacchiera gigante”, edito da Le due Torri. Gli autori hanno narrato una favola, nella quale i protagonisti sono i pezzi bianchi e neri. Questi ultimi si sono trasferiti su una scacchiera a case bianche e nere, perché la loro precedente abitazione era troppo calda o troppo fredda. Si sono trovati a convivere tutti assieme e, dopo un iniziale momento di conoscenza, di tanto in tanto, si divertono facendo finta di combattere, per trascorrere il tempo.
Questo è lo spirito che anima i nostri ragazzi: una allegra convivenza nel circolo, allietata da sfide a Scacchi, durante le quali fanno finta di darsi battaglia per puro divertimento.
 



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor