MENU

ALMANACCO / I primi 100 giorni della Giunta Melucci, il capocollo di Martina e qualche altra bella notizia

Pubblicato da: Categoria: Attualità

12
OTT
2017

Riprendiamo la nostra rubrica dell’Almanacco che questa settimana spazia in lungo e in largo tra interessanti problematiche cittadine e prospettive di crescita per il capoluogo ionico. Intanto, far le altre, registriamo la ripresa delle attività al PalaFiom e al PalaMazzola e il riconoscimento Slow Food del capocollo martinese a sette produttori doc di un prodotto che con le orecchiette, le cozze, l’olio e il vino, ci rende famosi in tutto il mondo


Noi che per tutta la durata della campagna elettorale per la elezione della nuova amministrazione comunale di Taranto avevamo seguito passo passo ogni passaggio fino alla elezione del sindaco Rinaldo Melucci, oggi torniamo a riparlarne brevemente perché la Giunta dell’attuale Sindaco ha tagliato il traguardo dei primi 100 giorni. Si tratta di un traguardo importante perché i cittadini hanno, o dovrebbero avere, la possibilità di valutare se e cosa di buono sia stata fatta in favore della città. Ebbene, proprio per essere sintetici, diremo che molto poco, o quasi nulla, è stato fatto perché la gente se ne accorgesse. Melucci ha spalancato soltanto il portone di Palazzo di Città, ma la sua promessa fatta durante la campagna che avrebbe fatto il Sindaco in mezzo alla gente fino ad oggi è stata letteralmente evasa. Gli assessori hanno promesso di fare questo o quello, ma la gente, che è stanca di promesse, vuole vedere fatti concreti.
Lo avevamo detto durante la campagna elettorale che il Sindaco avrebbe dovuto debellare l’abusivismo del commercio e quello dei parcheggiatori non autorizzati, ma è stato fatto soltanto qualche intervento di facciata, come si suol dire, perché di fruttivendoli abusivi e di loro colleghi venditori di cozze, oltre alle improvvisate bancarelle degli extra comunitari, la città è ancora piena. Tra le tante promesse registriamo quella dell’assessore alla Cultura, Franco Sebastio, che ha fatto sapere che l’Amministrazione comunale sarebbe disponibile a reclutare un buon numero di appartamenti nella Città Antica di Taranto per affittarli agli studenti universitari. Si tratta di una ottima idea che, auspichiamo, di vedere realizzata.

***

Si torna a parlare in città di una collaborazione nuova tra la Marina Militare e il Comune di Taranto e, a tale proposito, registriamo la voce secondo la quale i due enti sarebbero intenzionati a dare un nuovo volto al Ponte Girevole che il prossimo anno compirà i suoi primi sessant’anni di vita. E’ anche intenzione della Marina aprire ulteriormente alla città e all’Università in particolare l’Ospedale Militare dove allocare corsi un universitari per consentire ai giovani di studiare nella loro città. Si riparla intanto in città di fare qualcosa perché nel Muraglione possano essere realizzate delle “finestre” che consentirebbero ai tarantini e ai turisti di godere un panorama straordinario con affaccio sul Mar Piccolo. Il Muraglione non potrà mai essere demolito perché considerato un bene culturale, a tale proposito Antonio Fornaro ci ha ricordato che fu costruito nel 1885, che costò all’epoca 3 milioni di lire, che è lungo quasi 8 chilometri e che si innalza per 5 metri. Fornaro ha aggiunto che anche la città francese di Brest, gemellata con Taranto, aveva un simile Muraglione militare ma è stata capace di liberarsene.

***

Dal 4 ottobre scorso, e per tutto il mese, Palazzo di Città sarà illuminato in rosa nell’ambito dell’iniziativa congiunta tra Anci e Airc per sostenere la campagna “Nastro Rosa – ottobre 2017”.

***

Finalmente starebbero in dirittura d’arrivo gli aumenti, da anni promessi, per gli stipendi dei dirigenti scolastici la cui retribuzione media annua è di 58 mila euro. Oggi i dirigenti scolastici in servizio sono 7 mila per una popolazione scolastica di 8 milioni di studenti distribuiti in 8.700 scuola statali. Sono 1.700 i presidi in reggenza divisi in 2 presidenze, ma in alcuni casi i plessi da seguire vanno da 12 fino ad un record massimo di 20.

***

I tarantini ricorderanno la bella piscina della Villa Peripato trasformata in acquario dall’ex sindaco Cito. Oggi che vive in un degrado spaventoso il Comune per ridarle decoro ha bandito un concorso per fare della storica piscina, dove nel passato si svolsero anche gare sportive di nuoto, un fiore all’occhiello in quella Villa Peripato che tra l’altro conserva molti resti archeologici sotterranei che non sarebbe male rendere fruibili alla cittadinanza e ai turisti.

***

“Contramianto”, l’associazione che segue l’inchiesta della Procura di Taranto, ha fatto sapere che i casi di malattie causate dall’amianto a Taranto nell’Arsenale della Marina Militare sarebbero ben 300. Si tratta di una cifra allarmante che dovrebbe far riflettere.

***

Martina Franca ha collezionato ancora una volta, dopi i successi degli anni precedenti, un riconoscimento, infatti il  capocollo martinese, tra i pochissimi insaccati naturali al mondo, torna ad essere presidio Slow Food. Il riconoscimento, una chiocciolina, è stato assegnato a 7 produttori martinesi.

***

Monta in maniera piuttosto forte e sentita la protesta dal Gargano e Leuca contro l’uso delle trivelle  nei nostri mari. A subirne le conseguenze non sarebbero soltanto le nostre coste più belle ma l’intero sistema marino che vedrebbe distrutta una fauna importante come, nel caso di Taranto, la presenza dei delfini nel Mar Grande.

***

Si torna a parlare di ferrovia turistica e di ciclovie lungo l’asse viario interno ed esterno della Circummarpiccolo. Sono diverse le associazioni che premono perché tale progetto possa concretizzarsi anche perché in questo modo salveremmo una parte importante della storia del sito e daremmo un grande slancio turistico alla stessa zona, un po’ dimenticata dai tarantini.

***

Nei giorni scorsi è stato inaugurato, nella ex Struttura della Rianimazione del SS. Annunziata, un centro ludico per i pazienti ricoverati i cui locali sono stati intitolati a Federica De Luca e a suo figlio Andrea. Il centro ludico realizzato grazie all’interessamento dell’Avo, Associazione Volontari Ospedalieri, la cui presidente è Anna Pulpito.

***

Al Reparto Infettivi del Moscati di Taranto nei giorni scorsi sono stati donati 11 televisori offerti dal Dipartimento Dipendenze Patologiche  della Asl di Taranto e Nps Puglia Network Persone Sieropositive.

***

Tornano a nuova vita, finalmente, due importanti strutture sportive del capoluogo ionico, infatti il PalaMazzola apre le porte alle scuole, mentre la gestione della struttura è stata affidata all’Endas e alla Uisp.

***

Anche il PalaFiom è stato rimesso a nuovo e a breve tornerà a svolgere la sua importante funzione sportiva a favore dell’utenza tarantina. A disposizione delle società campi di calcio a sette, calcio a cinque, basket e pallavolo sia coperti che scoperti, oltre ad una palestra e una zona bar che risulterà importante per gli sportivi e per quanti parteciperanno agli eventi che saranno organizzati.

***

Va a gonfie vele il numero dei visitatori del Castello Aragonese di Taranto dove in soli 9 mesi è stata raggiunta la quota di 100 mila visitatori. Intanto sono stati raccolti in una pubblicazione i risultati degli scavi mentre riprende la ricerca archeologica.

***

Buone notizie sul fronte del turismo, infatti in Puglia Taranto è leader del flusso turistico. I dati forniti rispetto al 2016 parlano di un 4%  di più di arrivi e di un 8% in più di pernottamenti.

***

Sono 4 i virus che andranno ad aggredire gli italiani quando l’influenza entrerà nelle nostre case. Fanno sapere che sono previsti 5 milioni di casi. L’arrivo dell’ondata febbrile è prevista per novembre. I casi previsti potrebbero aumentare se il clima sarà particolarmente freddo. Si tratta di 4 virus poco aggressivi, mentre da metà ottobre partirà la campagna di vaccinazione.



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor