MENU

MINA CALOGIURI Il suono che guarisce

Pubblicato da: Categoria: Cultura

6
MAG
2016
La percezione del suono è il primo contatto con il mondo esterno che ogni essere umano sviluppa già  nel ventre materno e questo è indicativo di quanto il suono sia profondamente radicato nei nostri vissuti esperienziali più intimi e profondi. Ne parliamo con Mina Calogiuri,  operatrice olistica, reiki master, gong master ed esperta di massaggio sono con campane tibetane
 
Chi  conosce gli effetti benefici del massaggio sonoro con le  campane tibetane, dei Bagni di Gong, veri e propri bagni vibrazionali che favoriscono  uno stato di pace interiore profonda e del Reiki, il metodo per connettesi con l‘energia universale, è consapevole del loro potere  rigenerante e  riequilibrante, a tal punto che le vibrazioni entrano in risonanza in modo unico nel nostro corpo, nelle nostre emozioni, nell'anima e nella mente, regalandoci  benessere. Ne parliamo con Mina Calogiuri,  operatrice olistica, reiki master,  gong master ed esperta di massaggio sono con campane tibetane
Sentiamo parlare spesso di Bagni di Gong, veri e propri bagni vibrazionali che favoriscono  uno stato di pace interiore profonda, partendo dal presupposto che l’uomo è nato dal suono ed è quindi suono egli stesso. Cosa sono e perché ci fanno stare meglio?
《Il “Bagno di Gong” consiste in una breve presentazione e preparazione, poi ognuno, disteso sul proprio tappetino, si lascia trasportare dal mare di piacevoli e profonde sensazioni che scaturiscono dalle Vibrazioni Armoniche dei Gong Planetari.
L'ascolto consapevole del Gong conduce a uno stato di leggerezza mentale e assenza di pensiero, portando a un profondo stato di rilassamento meditativo. Vengono stimolate le onde alfa ma anche teta e delta, a livello cerebrale, a metà tra il sonno e la veglia. In questa fase dal nostro inconscio possono riemergere vissuti, sciogliersi tensioni, blocchi interiori, emozioni cristallizzate e lasciare spazio a possibili intuizioni e illuminazioni dai nostri livelli più profondi.
Il Suono, gli Armonici e le Vibrazioni del Gong rimuovono i blocchi emozionali che impediscono il naturale fluire dell’energia nel nostro corpo, esattamente come l’acqua di un fiume, che penetra e scava nella roccia e nella sabbia, rimuovendo gli ostacoli che ne impediscono il naturale deflusso》.
Il Massaggio Sonoro con le Campane Tibetane può essere in grado di favorire la conoscenza del sé profondo?
《L’ascolto del suono emesso dalle campane tibetane, così ricco di armonici e la percezione delle relative vibrazioni, arresta il dialogo interno e sospende l’attività dell’intelletto. Favorendo la conoscenza del sé profondo attiva il sentire interiore, la mente si distende e l’attività cerebrale cambia di frequenza, orientandosi verso gli stati meditativi e di rilassamento.
Il Massaggio Sonoro con Campane Tibetane dona benessere psico-fisico, espande la coscienza, riduce lo stress, armonizza i chakra, riduce i problemi del sonno, stimola il sistema immunitario, stimola la diuresi e il processo depurativo, arricchisce la creatività, attivare l'intera sfera emotiva e trasforma progressivamente stati di nervosismo, ansia e tensioni》.
Il gong è uno strumento  originario della Cina, usato  spesso  in occasione di feste, danze, balli, rituali ma è utilizzato anche dagli sciamani a fini terapeutici perché stimola la ghiandola pineale, associata alla produzione di melatonina, serotonina, utile per migliorare il funzionamento del sistema immunitario, somatropina, il cosiddetto ormone della vita, è davvero così?
《In particolare, Il Gong agisce con grande efficacia sul sesto e sul settimo chakra, sulle ghiandole pituitaria e pineale a essi collegate, e sul sistema parasimpatico, una parte del sistema nervoso che presiede alle funzioni corporee involontarie e stimola la quiete, il rilassamento, il riposo, la digestione e l’immagazzinamento di energia. Per questo il gong è uno strumento prezioso e ideale per aiutare la meditazione. Il Gong viene affiancato alla pratica dello yoga in numerose scuole. In Occidente, l’uso più diffuso del Gong in combinazione con lo yoga avviene nella tradizione del Kundalini Yoga. Yogi Bhajan, il maestro che ha portato il Kundalini Yoga in Occidente, era egli stesso un maestro di Gong. Nel suo insegnamento utilizzava il suono del Gong non solo come parte della meditazione e del rilassamento in una lezione di yoga, ma anche come aiuto nelle terapie per guarire il sistema nervoso, per esempio, dai danni della tossicodipendenza. Il suono del Gong fa pensare a spazi siderali e a quel suono, a quella vibrazione così cara al mondo orientale che è l'Om. L'Om, secondo la tradizione indiana, è la sintesi di tutti i suoni: è il suono dell'Universo. 
Secondo recenti studi scientifici il suono prodotto dall'universo sarebbe proprio simile alla vibrazione dell'Om che il Gong echeggia per natura. Per questo il Gong è usato nelle meditazioni e per entrare in uno stato di consapevolezza diversa.
Il suono del Gong va a lavorare sapientemente dove c’è bisogno e in modo diverso su ognuno di noi, seguendo le leggi auree della risonanza, e più impariamo a lasciarci andare più entriamo in contatto con ciò che è pronto per noi, così che possiamo imparare ad accoglierlo e integrarlo in un processo naturale di autoguarigione》.
Lei è operatrice olistica, reiki master,  gong master ed esperta di massaggio sonoro con campane tibetane. I metodi di connessione spirituale con l'Esistenza e di trasmissione dell'Enegia Universale, come possono venire in nostro aiuto?
《Il più conosciuto ed efficace metodo per connettesi con l‘energia universale è il REIKI.
Il Reiki non è magia, non è una scoperta scientifica, non è una religione, non è un’ideologia filosofica o politica. È «soltanto» un mezzo che ogni Uomo può ricevere e imparare a usare. E' un mezzo che stabilisce una connessione diretta tra l’essere umano e l’energia primaria della creazione. Reiki è un sentiero che ha un cuore, ma è «solo» un sentiero, ciò che conta è il cuore.
La parola Reiki si compone di due sillabe. Rei descrive l’aspetto illimitato ed universale dell’energia, mentre Ki è ogni parte individualizzata del Rei, ovvero la forza vitale che ha preso una specifica forma e permea tutto ciò che esiste.
Reiki significa: Energia Universale. È la fonte stessa della vita.
Il Reiki consente, attraverso delle iniziazioni, o armonizzazioni, di diventare canale attivo di energia equilibrata, ripristinando quella connessione energetica tra l’umano e il cosmico che secoli e secoli di condizionamenti culturali e sociali hanno parzialmente gettato nell’oblio: in altre parole, l’uomo ha in un certo senso «dimenticato» la sua essenza spirituale》. 
 
Corpo e mente, desideri e volontà, sogni e realtà spesso non sono in perfetta  sintonia. Può darci un suggerimento per creare salute e armonia in noi, imparando ad utilizzare tutti i nostri sensi per conoscere il mondo e la parte più vera di sé?
《Fin dalla nascita, attraverso il nostro corpo, noi comunichiamo i nostri bisogni primari ma, crescendo, tendiamo ad allontarci dalla naturale sensorialità di cui siamo dotati.
Oggi, purtroppo, assuefatti da un’incessante sovrastimolazione quotidiana, abbiamo perso il contatto profondo con la nostra sensorialità, la nostra vera finestra sul mondo.
Infatti, proprio grazie ai nostri sensi possiamo esplorare e conoscere il mondo, sia quello che ci circonda, sia quello che ci portiamo dentro.
Attraverso tutte le sensazioni, piacevoli e spiacevoli, il nostro corpo, principale strumento di conoscenza, diventa una continua fonte di preziose informazioni. Quando lo ascoltiamo davvero e quando seguiamo i messaggi che ci invia possiamo fare le giuste scelte sagge e consapevoli.
La pratica del Reiki e l’ascolto consapevole dei suoni e delle vibrazioni possono aiutarci ad accedere al nostro spazio interiore per attivare un ascolto cosapvole del proprio sé》.


Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor