MENU

Martina Franca - Una piccola chicca

Pubblicato da: Categoria: Eventi

19
MAR
2016

Tornano in 380 città italiane le Giornate FAI di Primavera, la storica manifestazione del FAI. Una grande festa di piazza dedicata ai beni culturali. Un’occasione unica per scoprire luoghi solitamente chiusi al pubblico e sentirsi parte di un’Italia diversa creata dagli 8,5 milioni di persone che in questi anni hanno dimostrato di amare e di riconoscersi nell’immenso patrimonio culturale custodito nel nostro Paese. Chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche, castelli, giardini, archivi storici: sono oltre 900 i luoghi aperti con visite a contributo libero in tutte le Regioni grazie all’impegno e all’entusiasmo delle Delegazioni e dei volontari del FAI.

Anche Martina Franca partecipa Giornate FAI di Primavera previste sabato 19 e domenica 20 marzo 2016.

Quest’anno sarà aperta al pubblico la Chiesa di San Nicola del Pendino (Vicolo Mario Pagano) le cui visite guidate saranno curate dai ragazzi dell’IISS “L. Da Vinci”  dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30.

L’apertura della Chiesa di San Nicola del Pendino è un fatto straordinario perché si tratta di un bene culturale privato, dimenticato e quasi sconosciuto, simbolo residuale della più generale storia della città e delle sue origini. Dopo la visita della Chiesa di San Nicola, nell’area antistante la Porta Maggiore di San Nicola (detta di San Francesco), antico ingresso nel Centro Antico di Martina, si può proseguire per visitare la Chiesa di San Nicola in Montedoro, la cui apertura sarà curata dall’Associazione Ecomuseo.

A conclusione dell'evento, domenica 20 marzo - alle ore 19:30 - presso la Chiesa di San Francesco d’Assisi si svolgerà il  concerto a cura del Maestro Cosimo Damiano Lanza dell’Accademia Musicale Mediterranea.

“L’inserimento di Martina tra i Borghi Autentici nel circuito delle Giornate FAI è tra le cose più belle di questi anni. Ringraziamo il FAI per questa scelta, gli studenti, la docente  Adriana Lucarella e la Dirigente Adele Quaranta dell’I.C. “’L. Da Vinci’ per l’accoglienza che riserveranno ai cittadini e ai visitatori”, sottolinea l’assessore ai Beni Culturali, Antonio Scialpi.

Foto: Paola Cito



Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor