MENU

Eventi/Un regalo per Morris

Pubblicato da: Categoria: Sport

8
LUG
2015
Il prossimo mercoledì 15 luglio verrà ricordato Alessandro Morricella nel giorno del suo compleanno con un quadrangolare in suo onore a cui parteciperanno gli amici di sempre. Appuntamento imperdibile al PalaWojtyla
 
Sarà la sua festa, ma lui non potrà esserci perché troppo presto e ingiustamente strappato all'affetto dei suoi cari lo scorso 12 giugno, mentre prestava il proprio lavoro all'ILVA. Un mese senza lui, un mese senza Alessandro Morricella. Uomo, padre e amico, oltre che fuoriclasse indiscusso con il pallone tra i piedi. Il classico numero 10 dai colpi a effetto, dai dribbling impensabili che però non è riuscito a completare la giocata più difficile, quella tra la vita e la morte in un letto di ospedale. La storia di Alessandro ha coinvolto e commosso tutti per come tragicamente si è sviluppata.
 
La famiglia prima di tutto - Notevole è il patrimonio affettivo che Morris ha lasciato in eredità, in primis alle donne della sua vita: la moglie Natalia (inseparabile e sempre al suo fianco in ogni gara) e le piccole Sophia e Greta. Per Alessandro la famiglia ha avuto da sempre una priorità particolare e, nonostante i massacranti turni di fabbrica, non ha mai risparmiato per loro piccole grandi attenzioni. Talmente dedito alla sua famiglia tanto da preferirla a una carriera sportiva importante ma incerta. La meraviglia di esser padre veniva fuori in ogni circostanza, così come la luce che brillava nei suoi occhi: la spinta in più nei momenti negativi.
 
Amico e compagno esemplare - E della sua famiglia fanno parte tutti gli amici che ne hanno condiviso quotidiano e campetti di gioco. Per il suo carattere, la sua mentalità vincente e il suo sorriso (rassicurante per compagni di squadra, snervante per gli avversari) era proprio difficile non stringere amicizia con lui, sin da quando negli anni '90 dava appuntamento ai suoi amici nell'atrio della scuola Battaglini alle 7 del mattino. Davvero tanti i trofei alzati da Morris, molti dei quali da protagonista come (ultimo in ordine cronologico) la vittoria dello scorso campionato di C2 con la maglia del Locorotondo. È sempre stato un trascinatore, un faro nei momenti di difficoltà. Si aveva la sensazione che solo passandogli il pallone si potesse sovvertire l'andamento di un match. Agli occhi dei suoi compagni era un "marziano": stimato, rispettato e -dai poi giovani- imitato.
 
Un regalo per Morris - Per ricordarlo e festeggiare il suo compleanno nel modo a lui più congeniale, gli amici di sempre hanno organizzato in suo onore un quadrangolare per riunire in un unico torneo quasi tutti coloro che hanno avuto modo di conoscere e apprezzare Alessandro. Parteciperanno gli Amici di Morris; i compagni di diverse squadre in cui ha militato, Futsal friends; il Real Martina, ultima squadra martinese in cui ha giocato; l'Acqua e Sapone di Locorotondo con cui ha vinto l'ultimo campionato di C2. Non sarà una serata benefica e l'ingresso al PalaWojtyla sarà del tutto gratuito. Sarà il primo di un appuntamento che gli amici vogliono riproporre ogni anno, per rendere meno dilaniante il peso della sua assenza. L'appuntamento, dunque, è fissato per mercoledì 15 luglio (dalle 19) al PalaWojtyla di Martina Franca.


Lascia un commento

Nome: (obbligatorio)


Email: (obbligatoria - non sarà pubblica)


Sito:
Commento: (obbligatorio)

Invia commento


ATTENZIONE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato

Sponsor